13 febbraio 2019

CAGLIARI. L’agenda dell’ANFFAS di Cagliari (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) si è recentemente arricchita di una serie di iniziative volte promuovere sul proprio territorio l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.
È stata del resto una scelta precisa di tale Associazione, in questi ultimi anni, quella di adeguare l’offerta dei servizi ai bisogni delle persone, costruendo nuove risposte in chiave inclusiva, capaci di mettere al centro le persone e accompagnarle verso l’acquisizione di competenze spendibili nel contesto territoriale. In tal senso – come avevamo ampiamente riferito anche sulle nostre pagine – una particolare attenzione è stata posta alla specializzazione dei servizi per il lavoro, tramite la costituzione, nel 2009, del SISL (Servizio di Inclusione Socio-Lavorativa) e, più recentemente, di un’Agenzia Mediazione Lavoro, «servizi che – come spiegano dall’ANFFAS sarda – prendono entrambi in considerazione l’educazione all’adultità quale approccio educativo che favorisce l’integrazione lavorativa delle persone con disabilità».

Nello scorso mese di dicembre, dunque, è stato realizzato un Laboratorio di ricerca attiva del lavoro che ha coinvolto cinque giovani, con l’obiettivo di accompagnarli nelle diverse fasi di ricerca di un’occupazione attraverso una conoscenza del mercato del lavoro e delle tecniche e degli strumenti utili per favorirne l’accesso.
L’iniziativa si è svolta utilizzando linguaggi e strumenti “facilitati”, per agevolare la comprensione da parte dei partecipanti, che si sono sperimentati nella costruzione del proprio curriculum, nella predisposizione di lettere di autocandidatura e nella risposta ad annunci di lavoro mediante l’invio alle aziende della propria lettera e del curriculum.
Il Laboratorio si è concluso con una visita all’Azienda Carrefour, in occasione della quale – grazie alla collaborazione della Responsabile per le Risorse Umane – i giovani con disabilità si sono sperimentati in una simulazione di colloquio di lavoro, mettendo in pratica quanto in precedenza acquisito.

Successivamente, in corrispondenza delle festività natalizie, l’ANFFAS del capoluogo sardo ha promosso la due giorni intitolata Inclusive Day… ANFFAS e imprese insieme per l’Inclusione lavorativa, in collaborazione con le realtà aziendali con cui l’Associazione collabora da anni. Il tutto, naturalmente, allo scopo di diffondere nel mondo produttivo la cultura dell’inclusione lavorativa delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale.
Durante le due giornate, dodici giovani del SISL si sono sperimentati in modo attivo nel mondo del lavoro, mettendosi a disposizione dell’Azienda Carrefour di Quartucciu mediante l’offerta di servizi alla clientela. Accompagnati dai dipendenti dell’ipermercato hanno dunque collaborato nell’imbustare merce, sistemare gli articoli sugli scaffali, supportare le attività di cassa e altro ancora.
Slogan dell’iniziativa, Because we Think Different (letteralmente “Perché noi la pensiamo in modo differente”), in quanto «l’obiettivo – sottolineano i promotori – è stato quello di rendere visibili le competenze dei giovani con disabilità e trasmettere il messaggio che l’inclusione lavorativa è possibile… se pensiamo che sia possibile».

E da ultimo, ma non certo ultimo, l’Agenzia Mediazione Lavoro dell’ANFFAS ha partecipato per il secondo anno consecutivo al SJD (Sardinian Job Day), il più importante evento organizzato dall’ASPAL (Agenzia Sarda per Politiche Attive del Lavoro), dedicato al mercato del lavoro nell’Isola e tenutosi alla fine di gennaio a Cagliari.
Tra i vari momenti di incontro tra domanda e offerta, colloqui tra candidati e imprese, convegni, seminari e laboratori, anche gli operatori dell’Agenzia – coadiuvati dai giovani provenienti dai servizi dell’ANFFAS sul lavoro – hanno organizzato un proprio stand informativo e promozionale presso il quale si sono recati numerosi familiari di persone con disabilità, per informarsi sui servizi offerti, giovani in cerca di lavoro, per presentare la propria candidatura, operatori del settore, scuole e agenzie formative, per un momento di scambio e confronto.
«Il Sardinian Job Day – concludono dall’ANFFAS di Cagliari – ha sicuramente rappresentato un’occasione preziosa per entrare in contatto con le aziende del territorio, avviare nuove collaborazioni o consolidare collaborazioni già in essere. Un prezioso evento dove lo scambio di informazioni, conoscenze e contatti sono stati un’ottima opportunità di crescita professionale». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Area Comunicazione ANFFAS di Cagliari (Elisabetta Mossa), area.comunicazione@anffassardegna.it.

Comments are closed.

X