10 ottobre 2014

Di Sabrina Barbante

Che cosa è la bellezza? Non parliamo di quella morale e d’animo, ma proprio quella estetica, che comprende anche il sex appeal.

La bellezza è l’armonia che appartiene a chi ama il suo corpo, indipendentemente dalle imperfezioni. Appartiene a chi ama ed esalta anche le ‘anomalie’ e tutti i tratti attraverso cui il corpo racconta la storia della persona che lo indossa.

Lo hanno capito in tanti, qualcuno persino nell’ostico mondo delle passerelle. Proprio così, in un universo in cui non bastano anni di lotte per superare il muro della taglia 36-38, ci sono dei creativi che sanno fare così bene il loro lavoro da andare con leggerezza oltre gli stereotipi del mercato, sicuri che tanto prima o poi anche il mercato segue chi ha una buona idea.

Modella_photogallery_selectedPrima fra tutte, la nota Model Agency torinese Fashion Team, che ha creato la sezione dal titolo FashionAble (elegante gioco di parole che unisce il concetto di Moda Abile a Chic e alla moda).  

«Il nostro obiettivo – spiega Roberto Rosato, titolare dell’agenzia – è quello di proporre persone disabili non per pubblicità legate al mondo della disabilità, ma rivolte a tutti. Crediamo che il fascino possa esprimersi ben oltre i canoni dominanti. La bellezza ha molte espressioni che meritano pari opportunità ad essere rappresentate. E la crescente attenzione da parte dei clienti al riguardo ci dà ragione».

Il messaggio pare aver convinto, dal momento che grandi aziende come Iveco hanno espresso interesse per il catalogo della sezione.

uid_1256af39100_580_01Al momento sono on line nella sezione FaschioAble, sul sito dell’agenzia, 6 book fotografici di altrettante modelle. I book sono opera del fotografo  Paolo Ranzani, vincitore nel 2009 del premio Miglior Fotografo per Open to all – Disabile a chi?, reportage che ha coinvolto la danzatrice Simona Atzori e la medaglia d’oro del basket Andrea Rocca che di bellezza e fascino ne sanno davvero qualcosa.

Dicevamo, la bellezza è l’armonia che appartiene a chi ama il suo corpo. Se gli stereotipi legati alla bellezza diffusi anche dal mondo della moda iniziano a venir meno, sarà molto più facile per tutti intraprendere il percorso complicato che porta ad amare se stessi.
Nonostante e grazie a tutto ciò che il nostro corpo racconta di noi.

Comments are closed.

X